Tu sei qui

"CRESCERE X BENE IN GRUPPO" - Classi Prime

Contenuto in: 

Accogliamo tutti gli studenti delle classi prime con il  progetto “CRESCERE X BENE IN GRUPPO”interamente dedicato alla nuova dimensione che la scuola secondaria superiore richiede e con la quale si confronteranno.

CRESCERE X BENE IN GRUPPO
Progetto di sensibilizzazione e prevenzione contro ogni forma di discriminazione, abuso e violenza di genere e tra pari, come bullismo e cyberbullismo
A.S 2021/2022

Un percorso di prevenzione e sensibilizzazione contro ogni forma di discriminazione e violenza di genere e tra pari, come bullismo e cyberbullismo, realizzata nelle scuole di ogni ordine e grado in tutta Italia. Il progetto, partendo dal tema cruciale dell’educazione all’affettività, affronta la gestione dei conflitti e l’abbattimento degli stereotipi e delle discriminazioni culturali e di genere, con riflessioni sulla percezione del femminile e del maschile nei diversi ambiti di relazione. Come? Iniziando dal confronto tra i pari, calato nella situazione emergenziale post Covid 19, come stimolo per una crescita verso il riconoscimento dell’altro, del rispetto e della parità. Con un occhio all’aspetto legale.

IL PROGETTO

Il progetto, ideato per gli studenti e le studentesse delle scuole di ogni ordine e grado, è un percorso di sensibilizzazione e prevenzione primaria contro ogni forma di discriminazione, violenza e abuso di genere e tra pari, che si propone di affrontare il tema del rispetto di sé e degli altri diversi da sé, contrastare gli stereotipi di genere, con l’obiettivo di rendere i soggetti coinvolti consapevoli dei loro diritti e doveri, dell’importanza del rispetto delle regole, della necessità di pensare e agire in autonomia senza preconcetti o idee derivanti da stereotipi senza senso, della necessità di risolvere i conflitti senza ricorrere alla violenza e della ricchezza che può derivare dalla diversità.

Una buona parte della vita degli adolescenti si svolge sul web e risulta, quindi, fondamentale realizzare percorsi e attività dove essi possano parlare e confrontarsi con esperti, apprendere come non solo di l’anonimato non esista, così come l’oblio delle informazioni on line, ma anche come riconoscere una fake news (partendo dalla ricerca e analisi delle fonti delle informazioni), quali sono le leggi che tutelano le vittime e sanzionano l’autore nell'ambito del cyberbullismo, del sexting, del revenge porn e della diffamazione e istigazione all’odio e alla violenza on line; del corretto e rispettoso utilizzo delle chat (in particolare quella di classe), dei videogiochi e delle loro chat, dei social e delle app, il galateo del web (la netiquette), la gestione della propria identità digitale e la web reputation, la protezione e sicurezza dei propri dispositivi, dei dati personali e della privacy, per arrivare al proprio benessere e la propria salute, ma anche al rispetto di quella altrui.

Modulando gli interventi e strumenti a seconda del target di riferimento e del contesto sociale, attraverso attività di confronto tra pari e l’esperienza di un team multidisciplinare (psicologi, legali, esperti digital, docenti formatori) si affrontano temi quali: bullismo, cyberbullismo, violenza tra pari e di genere.